medicine of the light - medicina della luce - spirit-mind-body medicine- quantum healing- guarigione quantistica- quantum psychology- psicologia quantistica- Courses, books and seminars on quantum physics, quantum medicine, quantum theory
HomeScienzeQuantisticheVideoFamigliaTrasformarsiMUSICATerapia-TQEGUARIGIONESINCRONICITA'LibertaFinanziariaINTENZIONERelazioniPsicodietoter.Medicina-LuceCOMPRAScuolaOnLineTrailerFILMATI Intelligenza FinanziariaVideoYoutubeLIBRI

 

 

 

 

 

 

Trascrizione Conferenza " dal vivo " sulla

Terapia Quantistica Emozionale

          Chirurgia mentale per una salute ottimale:   intanto è una terapia ( direi trasformazione) quindi ha lo scopo di eliminare qualcosa che fa male  qualcosa che crea squilibrio che può essere fisico o psichico;  quantistica perché usa i principi della fisica quantistica applicati alle emozioni e allo spirito; è una terapia ( direi trasformazione ) spirituale emozionale perché ha a che vedere con le emozioni

          Chirurgia mentale  per una salute ottimale è una frase che mi è stata detta da un paziente che si sentiva come dopo un intervento chirurgico energetico. Questo ricorda un po’ l’operare degli sciamani che lavorano anche con le energie invisibili che però sono in grado di provocare le malattie: loro prendono queste energie e sono in grado di eliminarle.Tutto questo chiaramente deve avvenire in una dimensione diversa dalla veglia, in una dimensione dove ci sono le emozioni e le energie.

In Scienza e Conoscenza Marzo 2005, ho scritto_

          “Quando conosci la tua mente e i suoi poteri miracolosi e rimuovi quello che l’ha avvelenata, ossi l’idea che sei una persona separata e isolata, lasci che si dedichi in tutta tranquillità alle cose che gli sono più congeniali. Tenere la mente al suo posto, lasciandole fare il lavoro che le compete, significa darle la libertà

                                                                                    Sri Nisargadatta Maharaj     

          Questa è la base della TQE

 

          L’idea di NON essere una persona separata e isolata è l’idea sulla quale si basa la T.Q.E. Tutto ciò che ci circonda è fatto da luce che non è soltanto energia ma anche coscienza, intelligenza, memoria è anche missione, scopo : in Fisica quantistica dicono che la materia e la luce sono la stessa cosa ma già lo diceva Einstein con la sua formula massa = energia e velocità della luce al quadrato e quindi rimanendo costante la velocità della luce abbiamo che la massa e l’energia sono la stessa cosa e questo è confermato.

          Questo avviene perché noi abbiamo a che fare sia con materia ossia neurotrasmettitori, neuromodulatori ossia tutte sostanze chimiche che si formano nel cervello a seguito di un pensiero di un’interpretazione di una aspettativa  ma abbiamo anche a che fare con la luce ossia con il mondo quantistico ossia con le emozioni ma anche con l’energia divina. Particelle e luce sono la stessa cosa quindi quando noi trattiamo l’energia stiamo pure trattando la materia: questo è un concetto fondamentale che ci tengo a sottolineare.

          Due atomi, due quark all’interno del nucleo: la luce è presente in qualsiasi punto dello spazio contemporaneamente. Io li chiamo entità quantistiche, trasmettono informazioni l’una all’ altra e procedendo l’informazione si modificano reciprocamente nelle proprie caratteristiche. Se A manda un’informazione a B e B la riceve e la rielabora e la rimanda ad A non sarà più la stessa informazione che A ha mandato ma sarà qualcosa di diverso e questo è alla base dell’evoluzione.           Questo non avviene soltanto tra particelle subatomiche e nuclei ma anche con le cose macroscopiche, con gli oggetti, con gli esseri umani, sono scambi continui di informazioni, chiaramente ciò avviene nella zona invisibile,quantistica e non si può vedere.

          Lewis e Lewinson neurofisiologi hanno sottolineato la presenza di un circuito aperto dove parlano di regolazione libica interpersonale. La Fisica quantistica aveva già previsto questo scambio di particelle, di informazioni. Hanno supposto questo perchè hanno visto che le emozioni passano da un soggetto all’altro anche se sono in silenzio specie se tra i due soggetti c’è empatia, quindi parlano di rispecchiamento.

          Loro quindi per poter spiegare questo fenomeno, cioè hanno visto che il tenore dell’umore di un gruppo può influenzare quello dell’altro anche se si trova in un’altra stanza o appartamento, vuol dire che secondo loro ci deve essere un canale che hanno chiamato circuito aperto;  hanno visto che il sistema limbico che si trova al centro del cervello ( la sede dei centri emozionali con l’ippocampo, amigdala, ipotalamo ) è una ponte di unione tra gli esseri umani; io sottolineo tra esseri quantistici: Loro parlano di umani  perché hanno studiato negli uomini  .ma è solo un ponte  perché tra esseri umani, vegetali, animali e oggetti vi è un continuo scambio di informazioni e loro affermano, ma io ve lo posso testimoniare perché lo vedo di continuo con la mia terapia, che un altro soggetto o un cinema o una vicina di casa o una chiesa che ci stanno vicino influenzano tutto il nostro sistema nervoso periferico vegetativo e quindi influenzano i vari organi interni dal cuore allo stomaco al colon alla milza ai reni al fegato ecc. ma non solo ma anche l’intero apparato cardiocircolatorio quindi la funzionalità delle vene e delle arterie e anche del cuore, il sistema immunitario viene pure influenzato, aumenta anche l’empatia tra le persone perché si è visto anche un aumento dell’ossitocina.

          Come vedete dobbiamo stare molto attenti a chi frequentiamo, a chi ci sta vicino, sopra, sotto. Perché le loro emozionii passeranno inevitabilmente a noi così come accade al bambino con la madre quando è ancora nell’utero le emozioni della madre passano al bambino così pure quelle del padre del nonno dell’ambiente: se a casa ci sono dei libri particolari negativi, pure essi trasmettono particelle, non avviene solo tra gli esseri umani ma tra esseri quantici e tutto è Essere Quantico. perché tutto è formato da luce.anche un libro che parla di cose negative messo in una libreria ci sta influenzando tutta la casa.... musica quadri, avviene l’influenza a livello di tutto il sistema psico neuro endocrino immunologico.

          Passaggio di informazioni tra gli esseri umani e l’ambiente Come mai in un posto ci sentiamo più tranquilli ed in un altro più nervosi senza ancora aver parlato con nessuno? Perché percepiamo le energie del posto in termini quantistici, percepiamo le informazioni quantiche di cui il posto è impregnato Questo è molto importante quando si parla di TQE: le emozioni nel momento in cui le proviamo formano nel nostro corpo delle strutture energetiche che vengono da me chiamate particelle emozionali ( anti-spirituali ) e queste nel loro insieme costituiscono il dragone: esso è costituito da tante particelle che a loro volta sono l’insieme di emozioni negative e/o positive, che influenzano il sistema immunitario, i vari organi e questi a loro volta cominceranno a funzionare male....

           ma non solo manda influenze negative come pensieri, ma spesso non siamo noi a pensarli ma è il dragone a mandarli perché esso si forma già al sesto mese di vita e prende man mano corpo-

           Il dragone non è l’ego, l’ego è un suo subalterno, il dragone è quello che fa uccidere che fa tradire è l’antisociale.

          Nella TQE lo scopo è quello di degradarlo e trasformarlo seduta dopo seduta ossia prendere parte del dragone e trasformarlo in Amore e in Luce. Chiaramente non dobbiamo eliminarlo ma dobbiamo trasformarlo trascenderlo ecco perché alla fine della terapia (ascolta le testimonianze al link www.quantumedicine.com/nuovofile45.html ) possiamo vedere quello che accade quando si elimina il dragone che ha influenzato gran parte della nostra vita: dall’atteggiamento verso gli altri, le nostre paure con noi stessi, il nostro panico, la depressione, l’ansia ,il mal di testa, i dolori alla schiena, allo stomaco, problematiche alla tiroide e chi più ne ha più ne metta.

La TQE mira a questo scopo.

          Vi è uno scambio continuo tra esseri quantici, siano essi presenti che passati: eh sì perché quando  un essere quantico cambia dimensione non è più nei cinque sensi ma è sempre presente e comunica sempre con noi, in questo caso mi riferisco agli antenati.

          Ma anche ad esseri quantici futuri: possono arrivare nella zona quantistica ma anche non- locale dove non esiste lo spazio ed il tempo per cui noi potremmo ricevere informazioni  intuizioni aspettative interpretazioni che provengono dal futuro e ne possiamo restare influenzati.

          Le particelle emozionali agiscono a livello psico neuro endocrino immunologico influenzando tutta la sfera psichica e organica provocando secondo questo principio anche le malattie, io ne sono convinto, genetiche,

          I geni che cosa sono se non luce come qualsiasi cosa, luce aventi una loro coscienza e quindi vengono influenzati da queste particelle emozionali Quando si sono formate? Chi lo sa! Infatti nella seduta si deve andare nella zona della non - località per andare a vedere se sono particelle emozionali venute dal passato dal futuro o dal presente ossia esperienze avute nell’infanzia o nell’utero.

          Lo Stargate emozionale che io chiamo scherzando “alla ricerca della particella perduta” è una tecnica che ho messo a punto e sviluppato dove, partendo da un sintomo qualsiasi: un mal di testa, un mal di pancia o una malattia particolare in un punto particolare del corpo, ( per esempio fibromi) qualsiasi cosa noi andiamo a ricercare entrando nella componente energetica del corpo, nel punto interessato penetriamo dentro la zona quantistica (chiaramente il paziente deve avere già fatto con me delle sedute per essere esperto nell’entrare in questa dimensione) entrando dentro l’organo che sta manifestando il sintomo, nella sua parte quantistica , non certamente fisica, verrà a galla la causa/e che ha determinato quella malattia ed eliminando la particella viene meno il motivo, la causa,  del manifestarsi della malattia.

 

          La TQE è l’unica che mette in moto nel paziente i due emisferi cerebrali. Il terapeuta non fa altro che dare una mano come se fosse l’angelo custode di quella persona che dà suggerimenti  durante la terapia, ma la persona deve agire da sola. Quindi non è una terapia in cui  c’è la pillolina che viene dall’esterno sia essa chimica omeopatica o vegetale ma è il paziente stesso che prende consapevolezza quantistica di ciò che ha, è sveglio,chiaramente nella zona di rilassamento  quantistica e attiva i due emisferi cerebrali sì perché una guarigione può avvenire soltanto se c’è consapevolezza che coinvolge i due emisferi cerebrali sx e dx. Questa terapia li coinvolge alternativamente  entrambi e quindi è una guarigione consapevole: il soggetto sa perché ha formato quella problematica chiaramente dovuta al dragone e alle particelle e  prendendo questa consapevolezza quindi lui è in grado di entrare in contatto con ciò che ha formato nel passato ed eliminarlo trasformandolo in luce, e da là poi entrare in contatto con la sua parte dx e quindi con la sua componente spirituale

 

          Le particelle emozionali ed i circuiti sinaptici : le particelle  non solo agiscono nell’organo bersaglio, dove si trovano la maggior parte delle particelle, non limitandosi ad agire in esso, ma mandano segnali a tutto il SNC, ai neuroni e si formano dei circuiti sinaptici ad hoc per quella esperienza, quindi la memorizzano.

          Nella TQE non bisogna soltanto, coma fa uno sciamano, fare prendere consapevolezza ed eliminare la particella, ma bisogna ripetere il processo per almeno 30 giorni consapevolmente, per trasformare in amore e luce il contenuto emozionale di quei circuiti relativi a quel contenuto emozionale: questo è un concetto molto importante altrimenti le problematiche ritornano di nuovo.

Classificazione della coscienza

 

          Coscienza materiale: che prende informazioni dai sensi  e può essere negativa o positiva, dipende dall’interpretazione.

          Poi abbiamo una coscienza quantistica contenete la mente e le particelle.

          La mente è uno strumento molto importante dello spirito ma poichè si vanno anche ad annidare le particelle quantistiche emozionali che costituiscono il dragone, viene bloccata l'azione dello spirito.

          La coscienza cosmica, che è la coscienza divina spirituale, dove siamo uniti al tutto: ebbene una coscienza materiale positiva è legata al la coscienza cosmica.

 

          Diversa dalla coscienza positiva, che è già legata alla coscienza cosmica, è quella negativa

          La negativa è caratteristica delle persone che stanno male, che sono disconnesse dalla coscienza cosmica,vi è assenza di scopo nella vita, vi è povertà,   la ricchezza è cattiva, dice che i soldi sono un male sociale, vede solo il lato negativo delle cose, giudica, prende dagli altri e si lamenta perché ha paura di perdere ciò che ha, ciò che gli manca. E' dominata dal   Dragone, il movimento non è finalizzato, per cui non crea mai niente, presenta pensieri circolari, gli eventi sono dettati dal destino e in genere si fingono vittime per schiavizzare gli altri. Sono piene di emozioni negative, rabbia invidie gelosie odio e malattie.

          Una persona di questo genere è piena di particelle e di esperienze negative e va a squilibrare il suo equilibrio perfetto, quello con cui Dio ci ha fatti, ed allora sarà piena di malattie e di sintomi. cosa alquanto diversa da una persona che ha coscienza positiva.

          La persona positiva è unita alla coscienza cosmica, va oltre quindi al regno materiale e va nella zona non locale, ha uno scopo nella vita, sa che gli eventi li provoca da sé  ( quindi NOI CREIAMO LA NOSTRA REALTA’ - un principio della Fisica quantistica ) ha gioia, è felice, ha quiete interiore ma movimento esteriore, è gentile, amorevole, ha rispetto per il corpo, vede solo il lato positivo delle cose, è creatrice ed ha un’abbondanza illimitata. E’ in salute nel corpo e vive nel qui e ora.

          Alcune persone possono però obiettare che anche le persone con coscienza positiva possono ammalarsi. Certo che si possono ammalare ma perché? Perché devono potenziare la loro connessione con la potenza cosmica. La connessione non è qualcosa che c’è o che non c’è, perché noi la potenziamo e miglioriamo sempre di più. Infatti c’è chi ha la connessione del 10% del 20% del 50% infatti noi abbiamo le varie esperienze negative nella vita perché dobbiamo avere degli insegnamenti e capire come mai ci sta succedendo quella determinata cosa, sicuramente per aumentare la nostra percentuale di connessione alla coscienza cosmica..

          Le particelle emozionali,  le formazioni energetiche che poi hanno una forma tridimensionale che si formano a seguito di esperienze negative ma anche positive,  sono degli esseri quantici, hanno una loro coscienza ed una parte invisibile anche se sono visibili perché hanno effetti negli organi.

          Noi siamo connessi con tutto l’universo e siamo collegati con tutti gli altri esseri quantici. Quando noi incontriamo un altro essere umano, un albero, un cristallo, una roccia, un libro.... scambiamo informazioni in modo subliminale ossia con tutto quello che c’è: per esempio, se siamo nella zona non - locale potremmo " ricevere" il contenuto informativo di un  libro, senza neanche averlo letto. Riceviamo semplicemente informazioni dal mondo non - locale!

           Le particelle sono eterne e passano dai genitori ai figli. Infatti noi ci illudiamo di non voler prendere i lati negativi dei nostri genitori, ma ormai sono già passati, cioè ce li abbiamo già dentro.

          Una particella si comporta come una radio rice - trasmittente: se il suo contenuto è un’esperienza di abbandono, è come se dicesse a tutto il cosmo, in modo silenzioso ma molto attivo a tutte le persone che incontra , “abbandonatemi abbandonatemi”.......infatti chi ha avuto questa esperienza verrà sempre abbandonato.La stessa cosa vale per la rabbia, attirerà e quindi incontrerà sempre persone che le provocheranno rabbia. Non è chiaramente una cosa che avviene a livello di coscienza materiale, ma saranno le particelle stesse ad attirare gli incontri che saranno dello stesso tipo di quando la particella si è formata. Questo è qualcosa di matematico e di già stabilito e l’ho già visto in tante terapie.

 

          La TQE non è farina del mio sacco : ho pregato tantissimo perché volevo trovare un modo per curare le persone alla " base" e non soltanto in superficie sulla punta dell’iceberg....volevo  andare a vedere da dove parte il problema e Dio mi ha fatto conoscere prima la psicologia quantistica di Stephen Molinsky e poi da lì ho capito tante cose, l’ho ampliato ed è nata la T.Q.E.

          Un concetto importante per capire come funzionano le particelle è: noi non siamo la nostra mente. Noi abbiamo delle esperienze sensoriali........ Tutto quello che accade dove accade? Nella nostra casa? Fuori?A scuola? NO! accade nella nostra mente e queste esperienze sensoriali noi le interpretiamo ed è qua che noi ci giochiamo la nostra vita, la nostra evoluzione. Che interpretazioni faremo  delle nostre esperienze sensoriali??? Di evoluzione? Di involuzione’

          E queste interpretazioni da chi vengono? Ve lo dico io. Dalle particelle trasmessaci dai nostri genitori, dai nonni dalla maestra dai mass-media dall’amica del cuore, dai compagni.

          Queste interpretazioni fanno sì che noi non vediamo un’esperienza per quella che è realmente, cioè  come qualcosa di divino, di bello, ma bensì cominciamo ad etichettarla a catalogarla ed in questa etichettatura la mettiamo nella mente. Quindi se questa esperienza sensoriale è negativa, perché ci hanno violentato, ci hanno castrato, ci hanno tagliato le ali, hanno voluto che facessimo ciò che volevano loro e ci hanno fatto inghiottire tanta bile con questa interpretazione che è la particella  di rabbia di odio di bile ecc.di gelosia o di solitudine, si forma nella mente una struttura di forma tridimensionale e quindi la mente ( che è questo strumento meraviglioso chè c’è stata data da Dio per esser strumento dello spirito, con le sue enormi qualità) diventa uno zombi, quindi schiava dell’insieme di particelle e quindi del dragone. Allora quando noi pensiamo, qualsiasi cosa facciamo, operiamo, non siamo noi ma la particella di turno che occupa la mente e quindi ci pilota ed allora diciamo: io sono fatto così, io ho paura, io sono forte, coraggioso, timido, ho un senso di inferiorità, non merito: queste cose sono il risultato di un circolo vizioso perché se io dico che sono timido e poi effettivamente lo sono perché è la particella che mi sta pilotando è ovvio che io farò sempre esperienze sensoriali di timidezza e le interpreterò sempre come tali e  rafforzeranno le particelle.

          Difatti quando si vive una particella negativa ( per esempio durante una terapia regressiva o altro ) e non la si toglie, e comunque non si attivano i due emisferi cerebrali dx e sx  nel paziente, la particella rimane, anzi, anziché andarsene diventa pesante, si affonda e si rafforza e la persona pensa che rivivendo il trauma ha risolto il problema. Non è vero. La particella è sempre presente, ve lo garantisco perché molte persone hanno fatto molte terapie diverse da questa ed hanno sempre il problema dentro.

          La mente deve essere ed  è stata fatta così per essere strumento dello Spirito. Nella meditazione stand-by che trovate sul link MP3 del mio sito ( www.quantumedicine.com) facciamo sì che  lo Spirito entri e cominci a gestire la nostra mente e......      la mente diventa lo strumento dello Spirito, diventa ciò per cui è stata progettata.

          Nel momento in cui diventa strumento dello Spirito siamo in una dimensione diversa dove il Dragone non può entrare perché esso rimane nella dimensione quantistica.

          Infatti quando lo Spirito agisce nella mente le particelle non possono più agire e noi siamo in uno stato di pace interiore.

          Le particelle non tentano neanche di entrare nella zona non-locale perchè non è la loro zona e questa è la nostra salvezza: cioè far in modo di entrare nel regno  dello Spirito e di mantenerci là qualsiasi cosa stiamo facendo al momento.

          Certo che dobbiamo essere nel mondo ma non nel mondo, perchè dobbiamo riempirci di concetti spirituali e quindi possiamo dire veramente IO SONO ,ma l’Io Sono è l’osservatore, la nostra parte  immortale, la nostra parte eterna e guardate come cambieranno le esperienze sensoriali, cambieranno le interpretazioni, perché l’Io Sono è soltanto amore, è soltanto il vedere il lato positivo delle cose: in esso c’è la gentilezza, la creatività, l’espansione, la recettività, c’è l’abbondanza, c’è la gioia ed è questa la nostra condizione, ma ahimè questo non ce lo insegna nessuno........ è difficile mantenere questo stato e controllare i pensieri,  perché non li abbiamo mai controllati e le particelle vengono a galla,e quindi noi siamo  pilotati dalle particelle di turno.

          Queste sono le sinapsi , cioè i punti in cui vengono trasmesse le informazioni tra cellule nervose e cellule nervose.

          Ebbene le particelle influenzeranno questi circuiti: ecco perché bisogna cambiare il contenuto di questi circuiti, che si formano a seguito dell’azione cronica continua delle particelle.

          Le esperienze che sono il risultato di input sensoriali delle nostre interpretazioni si trovano nella mente e nel corpo  ecco perché verranno ad essere influenzati i vari organi oltre ai vari pensieri:noi non siamo i nostri contenuti mentali né i nostri sintomi corporei, noi siamo puro spirito.

          L’osservatore crea la sua realtà. Noi come osservatori della nostra vita creiamo la nostra realtà perché siamo noi che in ultima analisi interpretiamo un evento, siamo noi che informiamo le particelle all’interno che ci fanno stare male, perché noi potremmo benissimo quando abbiamo un’emozione porgere l’altra guancia, oppure perdonare oppure dire una semplice frase: " Per chi sorge questo pensiero?"

           Perché ogni persona che ci sta parlando, sta esprimendo se stessa! e quindi non parla a noi"La persona che ci giudica, sta parlando della sua realtà che non corrisponde alla nostra realtà! Ma se noi cadiamo in questo gioco e ce la " prendiamo e ci offendiamo" non facciamo altro che creare particelle e perpetuare questo gioco; ecco perché siamo noi che creiamo le problematiche, ma nessuno ce ne ha parlato finora. Ecco perché noi ora posiamo aprire gli occhi ed acquisire una nuova consapevolezza.

          Qualsiasi pensiero, una memoria, una visione, un’aspettativa un’immaginazione, che cosa fa?

          E’ un evento quantistico e forma nel S.N.C. dei circuiti che sono dei gruppi di fotoni:questi non sono altro che onde e costituiscono dei treni d'onda a modulazione di frequenza. Agendo sui neuroni ne provocano modificazioni chimiche che poi corrisponderebbero al panico, infelicità,    timidezza, gioia, felicità, positività, depressione, tristezza, e chi più ne ha più ne metta.

          Quindi cosa significa questo? Che a seguito di una visione mentale, di un’immaginazione che avviene soltanto nella mente e sottolineo NELLA MENTE, ( fuori non esiste la realtà tridimensionale così come noi la conosciamo esiste solo un caos quantistico) nel momento in cui noi formuliamo un pensiero, abbiamo una visione, portiamo a galla una memoria, le interpretazioni che ci condizionano la vita in modo rapido, perché questo processo avviene alla velocità della luce, subito si ha la liberazione di queste sostanze ( neruopeptidi, neuromodulatori, neurotrasmettitori ) e attivazione di comportamenti, non solo comportamenti di tipo sociale e relazionale ma anche comportamenti di tipo fisico, cioè alterazioni di tipo fisico.

 

          Quando qualcuno ci parla non fa altro che mandarci dei fotoni sotto forma di pensiero. Siamo noi che poi nel modo in cui li interpretiamo formiamo le particelle emozionali: guardate che quando i pazienti vivono un’esperienza, la toccano con mano queste particella, è  tridimensionale, chiaramente energetica ma ha una forma, varie forme, sbuca a galla in uno o più punti del corpo, guarda caso nei punti dove c’è la problematica fisica,..... ebbene nel momento in cui io vivo queste esperienze non faccio altro che potenziare, aumentare il peso informazionale ed energetico di questa particella. Guardate bene che io posso dire tutti i pensieri positivi di questo mondo; formerò delle particelle nuove, e questo è buono ma non eliminerò quella che c’è là, quella sale a galla quando meno ce lo aspettiamo, basta un input subliminale inconsapevole che questa sbuca e diventa il pilota, l’autista della nostra mente e noi seguiamo alla lettera quello che la particella ci dice magari pentendoci dopo per quello che abbiamo detto o fatto.  

          A questo punto quando la particella sale a galla ci fa vedere il mondo in base al suo contenuto. Se la particella è di tristezza vedremo tutto il mondo triste, vedremo i lati negativi e tristi di tutta la società, della politica, della famiglia, dei bambini, del nostro partne,r ma non siamo noi..... siamo posseduti in quel momento dalla particella, se ce n’è solo una, in genere ci sono tante figlie di questa particella, di solito in terapia cerco di eliminare quella principale e le altre cadono da sole.   

          Iceberg : ( si vede nella diapositiva ) è una particella che sta per venire fuori, sono i primi sintomi.

          Difatti chi ha attacchi di panico, sa che gli stanno per venire fuori ,infatti comincia ad avere delle sensazioni oppure ha l’emicrania, lo sa prima che gli arrivi, perché quella è una particella che sta salendo a galla; possono essere particelle di ira, di paura, ma anche di felicità, di gioia e queste chiaramente sono particelle positive.

          In ogni particella c’è tutta l’esperienza con i particolari, con tutto il so contenuto!

          Facendo questa esperienza di trasformazione ho capito che la memoria non è qualcosa di difficile da raggiungere: le informazioni sono luce, e la luce si trova in tutto il corpo, per cui bisogna solo sintonizzarsi! Se voglio sintonizzarmi con una radio su una stazione ad una certa frequenza, sintonizzo la radio movendo la manopola, ad es. sui 100 megahertz.

           Chiudendo gli occhi, andando nella zona quantistica e non - locale, ci possiamo sintonizzare su qualsiasi esperienza in poco tempo, senza aspettare anni per far salire a galla una problematica, perché il funzionamento è molto più semplice di quello che si era pensato fino ad ora.

          Le particella emozionali sono stimolate da input subliminali ed escono fuori e dominano il nostro corpo, il nostro comportamento, le nostre relazioni, ci fanno stare male, attaccare chi ci ama, litigare, ci fanno stare tristi, depressi, chiusi in noi stess,i ci fanno fare le vittime, capite?

           Sono contenute nella zona quantistica...... se ne escono fuori e.....fanno il loro show ...dopo se ne tornano dentro e quindi quando noi prendiamo un farmaco ad es. i fiori di Bach o altre terapie, sapete cosa accade? Esse vengono bloccate, ma non eliminate, vengono momentaneamente bloccate...... infatti smessi i fiori di Bach, l’esperienza di tristezza si ripresenta, infatti basta un piccolo impulso subliminale che voi esplodete di nuovo con le problematiche.

          In altre tecniche dove si fa rivivere l’esperienza emozionale, la particella si ingigantisce, aumenta di dimensione e affonda...per cui uno dice : "oh! ho superato il problema!" e difatti molti mi dicono .... " ho già elaborato il problema" .... ed io rido,....... elaborato non significa eliminare significa peggiorare il problema. Noi dobbiamo capire che siamo immersi nell’energia divina ed è questa che abbiamo bloccato quando abbiamo interpretato questa esperienza.....è questa energia divina che viene bloccata e che ci fa stare male e ci blocca l’incontro con Dio, con la nostra parte spirituale, con il nostro Sè superiore.

          Difatti appena noi abbiamo eliminato questo tappo... ( cioè la particella ) l’energia divina esce a fiumi e molti vedono i loro chakras che cambiano velocità: quelli chiusi si aprono e certe persone sono costrette a sedersi e non si possono alzare perché stanno avendo un grosso terremoto energetico e, chiaramente, di riequilibrio. Vengono in contatto con Dio e cosa fa l’energia divina? Ripulisce tutte le cellule di quelle informazioni che erano  contenute nella particella. Vedete.... questa non è una terapia psicologica perchè agisce su altri livelli....non agisce a livello della mente ma tocca la problematica quantistica e la problematica spirituale, innescando l'azione degli emisferi cerebrali.

          Luce sono e luce devono tornare  questo è lo scopo della T.Q.E..

          Desidero formare gli operatori in Scienze Quantistiche cioè persone che riescono a gestire la componente spirituale. Non si mettono mani sui pazienti, non si scrive e non si prescrivono farmaci anzi il terapeuta sta zitto, non vogliamo neanche sapere di che cosa si tratta, non ci interessa..... a noi interessa soltanto far pilotare il paziente, fargli accorgere che sta venendo a galla l’iceberg, lo deve prendere, etichettare eliminare e poi deve unirsi a Dio.

 

          Lo Stargate emozionale.

          Se si ha un fibroma, una dermatite....... ad es. una paziente aveva una dermatite sanguinolenta che dopo 5 mesi di trattamenti allopatici e omeopatici non era scomparsa, entrando nella zona non locale ho visto un’esperienza passata che praticamente ha agito su quella persona. Aveva un grosso senso di colpa sulla mano..... le ho fatto porre l’attenzione sulla mano e da là è stata vissuta l’esperienza che è stata presa ed eliminata. E questa è la tecnica dello Stargate emozionale, da un sintomo o da una malattia possiamo risalire alla causa che si trova qua sotto ....( faccio vedere l'iceberg ) chiaramente è un’esperienza,  è una particella sepolta..

          Possiamo aspettare di tutto, ogni terapia è una sorpresa per tutti sia per me come medico che per il paziente: la tiriamo fuori per eliminarla, trasformarla..... e lo possiamo fare solo se noi con  la paziente scendiamo nelle particelle, scendiamo in un canale dove c’è la causa che ha provocato la malattia o il sintomo.Chiaramente una volta che è venuta a galla si esegue la terapia come negli altri casi e la si elimina.

 

          Si possono eliminare le emozioni anche sul loro sorgere con tecniche particolari.

          Il terapeuta ( L’operatore in Scienze Quantistiche) non può e non deve essere uno strumentista. Deve essere una persona corazzata, umile, che deve saper amare, che si sa annulla re nel momento in cui è con il paziente, diventare soltanto energia ......

 

          Per quanto riguarda le emozioni che ci capitano di giorno in giorno, possiamo eliminarle subito sul nascere, ciò significa che possiamo bloccare gli effetti nocivi di una discussione, che un evento non ci distrugga...... quante persone per un evento sono costrette settimane e settimane a stare zitte e a rimurginare sull’evento. Sapete perchè? Perché hanno formato la particella e quella pilota la mente. E una persona non lo sa e pensa di essere così.... di essere stato trattato male, ecc. Dice io sono ecc. .e invece non è vero, tu non sei quello che pensi...... in quel momento sei pilotato da un essere che se lo conosci, lo gestisci e lo sai pilotare, cresci e capisci che non sei tu.... ma che conosce i tuoi punti deboli e non sei tu quello che sta pensando,,,,,, ma tu sei la   parte spirituale e la TQE fa toccare con mano questa consapevolezza.